Le ragazze dei Capelloni

Le ragazze dei CapelloniAutore:Franco Brizi con la prefazione di Giampiero Mughini

Edito da Coniglio editore

2010

NOTE

Le ragazze dei capelloni:quelle adolescenti spregiudicate e inquiete incarnate da Catherine Spaak ne’ I dolci inganni’, ‘ La voglia matta e Diciottenni al sole’; quelle ragazzine di buona famiglia che accorciavano la gonna appena fuori di casa e inseguivano sfacciatamente i maschietti fino ai gabinetti, dentro quella zona franca che divenne il Piper Club. Soprattutto, quelle icone che fecero piazza pulita delle convenzioni e imposero all’Italia un nuovo, fiammante ideale di femminilità. Via i capelli cotonati e i golfini di lana e giù con il mascara e l’eye-liner, gli stivaloni col tacco e le mini vertiginose. Via le Nilla Pizzi e le Orietta Berti, largo alle Patty Pravo e alle Sylvie Vartan: non più mamme rassicuranti, mogli devote e casalinghe perfette, ma femmine pericolose, cariche di ormoni ed esplicitamente disponibili. L’Italia della musica beat e yé-yé coincide con lo tsunami della prima rivoluzione sessuale di massa del nostro Paese.